VerdanaVerdana
Mar 28, 2010 - Aylwyn    1 Comment

Stanca

Troppo stanca.. Come un quadro in tinte cupe.. Stanca di rincorrere motivazioni, spiegazioni e ragioni, stanche pure loro di difendere il diritto del loro nome.. Stanca di ritrovare ogni giorno davanti alla soglia i nuovi lamenti che la sorte vi deposita..

E mentre tutto urla e non da tregua io vorrei solo trovare un angolo e fermarmi a piangere.. Spegnere la luce per un attimo sufficiente a sfogare la mia anima stanca.. Vorrei avere la paradossale forza di concedermi debolezza e piangere questa delusione così tagliente

… e vorrei poter cedere sotto il tremore delle mani incapaci di afferrare la soluzione ai miei problemi, nella speranza che la forza che nel bisogno sanno sprigionare possa per una volta salvare la mia di vita e non solo quella degli altri.. Vorrei che non esistesse una morale vincolante, che il cielo chiudesse un occhio e coprisse il mio cedimento ..

E’ uno di quei giorni in cui la realtà ti costringe a svegliarti ed accettare la tua inerzia davanti all’ingiustizia; perché non puoi ribellarti senza ricevere il doppio della dose.. E non puoi dunque che chinare la testa, rinchiudere l’istinto in un cassetto e deglutire con forza la rabbia in fondo allo stomaco.. lo stesso boccone amaro di sempre.

Non so quanti “perché” siano affiorati alle labbra negli ultimi giorni ma più cerco una ragione e più ne trovo gratuita cattiveria ed insoddisfazione.

Si, forse è vero, è inutile ribellarsi .. non è altro che polemica sterile, seminare sull’asfalto ed attendere che germogli..

Feb 26, 2010 - Feste    5 Comments

Esbat – Febbraio

Luna Piena di Febbraio – 28/02/10 Luna Immacolata (Casta, della Neve)

La luna di febbraio illumina la terra alla vigilia del suo risveglio, quando negli angoli delle campagne ancora giacciono silenziosi gli ultimi strati sottili di neve e ghiaccio, che cominciano a cedere sotto i primi raggi tiepidi di un sole ancora timido.

La luce avvolgente della luna che filtra tra le ultime nebbioline sparse, aiuta dolcemente gli occhi a riadattarsi ai riflessi della primavera. Gli animali sentono il richiamo alla vita e leggermente iniziano ad accelerare i battiti del loro cuore pronti ad abbandonare il sonno dell’inverno. Le gemme raccolgono forza per poter spuntare dai rami; la terra freme del potenziale raccolto mentre noi la credevamo morente e, assieme alle energie che discendono dalla luna, infonde nella nostra coscienza la consapevolezza della possibilità che questa nuova vita alle porte è pronta a lasciar entrare nelle nostre esistenze.

Sebbene tutta questa energia sia pulsante attorno e dentro di noi, prima di poterla lasciar fluire ci viene ricordato che è necessario innanzitutto abbandonare le debolezze e ritrovare stabilità.

La morsa dell’inverno ancora non smette di stringere ma noi iniziamo ad intravedere i primi segni di cedimento.

Il suo passaggio ha ripulito e purificato la natura, mettendo alla prova tutte le creature, selezionando e sacrificando quelle più deboli. La scarsità di cibo e di luce hanno permesso ai nostri corpi riposo e digiuno, forzando a ripulirci dagli eccessi. E ora, proprio come ogni pianta che possa vantare durata nel tempo deve poter far affidamento a radici solide e ben piantate, e poichè come ogni animale che al momento del risveglio stira prima i suoi arti per riacquistare vitalità, anche a noi viene richiesto di ricercare dentro noi stessi il pilastro che possa permetterci di espandere la nostra coscienza nella frenesia della primavera ormai dietro l’angolo.

Dopo i riti di Imbolc che ci hanno permesso di ripulire il nostro corpo, la nostra casa e noi stessi, siamo ora pronti ad ergerci in difesa della delicata vita che spinge con forza per compiersi e realizzarsi.

Ogni nostra attenzione è concentrata nella protezione del nostro ambiente domestico, nella difesa dei nostri progetti, nella tutela della nostra intimità. Le nostre operazioni si indirizzano alla salvaguardia di ciò che ci è più caro, del nostro personale terreno spirituale, reso fertile dal buio inverno. La luna di questo mese ci concede sufficiente luce per spiare nelle profondità delle nostre tenebre personali. Ci prepariamo al tempo della trasformazione.

Idee

– Fate un giretto all’aperto, raccogliete un mazzetto di bucaneve, amaryllis, calle o altri tipici fiori di febbraio che spuntino nel vostro giardino o nelle campagne. Fatene un vasetto per le fate della vostra abitazione e per decorare l’altare per l’Esbat del mese.

– Se tenete delle piantine in vaso, comprate loro una pastiglia concimante, qualcosa che le aiuti a rinvigorire. Per quanto possa sembrare strano è risaputo infatti che le piante possano provare e sentire le emozioni, seppur in modo differente dall’essere umano. Fatele dunque sentire in un ambiente protetto e curato. Intessete con le energie lunari una rima di protezione per loro.

– Per chi avesse intenzione di coltivare un giardino magico, arate il fazzoletto di terra preposto ed utilizzate l’Esbat per purificare e caricare la terra.

– Lavorate con le rune. Lasciatevi insegnare la prossima lezione da apprendere. Estraetene una dal sacchetto ed assorbitene il significato. Scrivetela su un foglietto e meditate sui legami tra il simbolo e la vostra esistenza. Quando pensate di ever colto tutte le informazioni che doveva trasmettervi bruciate il foglietto nel calderone. Spargete le ceneri all’aperto.

Feb 13, 2010 - Pratica    2 Comments

Test

In questi giorni mi sto ufficialmente drogando di quiz, dal “quanto conosci Hello Kitty?” a tests della personalità, del Q1, della memoria, di cultura generale e, ebbene si, anche del numero di globuli rossi nel sangue!!

Gironzola e gironzola ne ho trovati di carini, sia psicologici che divertenti ed ho pensato di proporveli, nel caso vi venisse voglia di mettervi alla prova.

Li trovate anche a lato nel menù.

Tests psicologici:

– “Che strega sei?

– “Viaggio nel deserto per capire chi sei” (PER LEI!)

   “Viaggio nel deserto per capire chi sei” (PER LUI!)

– “Qual’è la tua religione?

– “Che Dea sei?

Tests sulla Wicca:

– “WICCA #1 – Domande di base”

– “WICCA #2 – Quesiti sulle festività” 

– “WICCA #3 – Quesiti sugli strumenti”

___________________ aggiornamento del 18/02/2010 ________________

Siccome oggi non mi sono bastate 8 ore a parlare inglese, francese, ostrogoto, babilonese e simolese, ho pensato di cimentarmi anche nel “test your wiccan knowledge”. Ne ho trovati un paio abbastanza carini sebbene estremamente semplici, donc … vi lascio i link:

Questo in prima fila perchè sono andata fortissimo!!!

– “How much do you really know Wicca

You obviously know your Wiccan lore (MA SSSI CAPISCE!!!! Sono mammasantissima io!  n.d.r) very well! You scored extremely high on this test, which shows you have only like, one thing wrong (if any!!!) so you should be proud! You might want to consider sharing your vast knowledge with someone else. I’m sure alot of people could benefit from you. You could try posting something you found really helpful while learning Wicca on a Wiccan message board. Through sharing their own information most people come to better understand the subject better themselves. So keep practicing!!!! Blessed Be. I wish you good fortune and help on your journeys. (Vorrei ringraziare la mia mamma, i miei amici e tutte le persone che mi hanno dato il coraggio di partecipare a questo programma… grazie a loro ora sono piena di soldi, stima di me stessa e fiducia nel prossimo… n.d.r.) You scored 100.00% of the possible points for this test

Questo invece è ancora più …. più … insomma è un test!

– “Wicca and Paganism” scorrete la pagina, il test è dopo il primo articolo.

Your score: 100% (10 out of 10)

Outcome: you aced it! Perfect score

test2.jpg

___________________ aggiornamento del 26/02/2010 ________________

Per accontentare una drogata di mia conoscenza 🙂

Pokemon! Quanto ne sai?

Che pokemon sei?

Qual’è la tua Eevee-evoluzione?

Feb 10, 2010 - Attualità    No Comments

Mi Illumino di Meno

millumino-2010.jpg
“Venerdì 12 febbraio 2010 si celebra – in veste completamente rinnovata – la sesta edizione di “M’illumino di meno”: la Giornata del Risparmio Energetico lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2. Dopo il successo delle scorse edizioni, con l’adesione di migliaia di ascoltatori e di intere città sia in Italia che all’estero, quest’anno l’invito a rispettare un simbolico “silenzio energetico” si trasforma in un invito a partecipare a una festa dell’energia pulita.” (http://milluminodimeno.blog.rai.it)
___
Da un paio d’anni anche l’azienda in cui lavoro aderisce a quest’iniziativa.
La propongo anche a voi, nell’intimità delle vostre case.
Staccate le spine dei caricabatterie inutilizzati dalle prese della corrente, spegnete la tv e dedicatevi ad una bella lettura, cenate a lume di candela con i vostri famigliari o compagni, scaldate la colazione sul fornello piuttosto che nel microonde. Sono piccoli accorgimenti, piccoli gesti, ma se compiuti da ognuno di noi possono fare la differenza.
Feb 6, 2010 - Pratica    9 Comments

Libri

Girovagavo perplessa tra le pagine di una delle tante librerie on-line alla ricerca di “ispirazione” che, purtroppo!!, ho anche trovato.. E mentre cliccavo l’ennesimo “ok” con la foga di un’ossessa in preda a crisi d’astinenza da sushi il dubbio mi è lentamente fermentato nel cervello … e se ce l’avessi già? … insomma, non che sia un vero topo da biblioteca ma certe saghe hanno tutte lo stesso nome … ma non è che a forza di Avalon e Atlantidi sono finalmente riuscita a comprare un doppione? “celo celo mimanca” come quelle stramaledette figurine che ci scambiavamo negli anni 80 con una rabbia perversa figlia del collezionista di ossa?.. Dopo le varie esperienze d’ufficio credo di poter barattare qualsiasi cosa a chiunque ma.. Dove lo trovo un ennesimo sbandato pronto a scambiarmi l’ultima copia del “le luci di atlantide” con almeno un diario segreto di Sybil Leek? .. No no, urge lista dell’armadio, prima di regalare anche quei 4 simoleon che mi sono rimasti nel portafoglio.

 


Wicca – Magia – Esoterismo (in ordine alfabetico per cognome autore)

Agrippa – “La Magia Cerimoniale (III)”

Agrippa – “La Magia Celeste (II)”

Agrippa – “La Magia Naturale (I)”

Adler Margot – “Drawing down the moon”

Buckland Raymond  – “Il Libro delle Streghe”

Belmonte Marisa, Burgueno Margarita – “Il libro dei Miti e delle Leggende”

Cabot Laurie – “The Power of the Witch”

– C. Corvino – “Il Libro Nero delle Streghe”

Cronos – “Wicca”

Scott Cunningham – “Enciclopedia delle Erbe Magiche”

Scott Cunningham – “Enciclopedia delle Pietre Magiche”

Scott Cunningham – “Vita da Strega”

Scott Cunningham – “Wicca”

Curott Phyllis – “L’Arte della Magia”

Ermete – “Corpus Hermeticum”

Fenoglio Maria – “Grande Libro della Magia”

Ed Fitch – “Il Libro Segreto delle Arti Magiche”

Dion Fortune – “Magia Applicata”

Frazer – “Il ramo d’Oro. Studio sulla magia e sulla religione”

Gerard Gardner – “La Stregoneria oggi”

Graves Robert – “La Dea Bianca”

Huson Paul – “Il dominio della magia nera. Guida pratica per streghe e stregoni”

La Paglia Roberto – “I Viaggi Astrali”

Lady Passion, Diuvei – “Il Libro degli Incantesimi. Antiche formule magiche per risolvere problemi attuali”

C. G. Leland“Aradia, il Vangelo delle Streghe”

Joseph Maxwell – “La magia. La forma e i procedimenti. Le evocazioni. La forza magica e le basi psicologiche. La magia moderna”

Giuseppe Merchionne – “I Ching”

Dorothy Morrison – “L’Arte della Strega”

Moura Ann – “Stregoneria Verde”

Moura Ann – “Stregoneria Verde II”

Margaret Murray – “Il Dio delle Streghe”

Vicky Noble – “Il Risveglio della Dea”

Rinaldi Roberto – “IlVandara”

Silver Ravenwolf – “Giovani Streghe”

Silver Ravenwolf  – “Il Calderone Magiko”

Silver Ravenwolf  – “Incantesimi per Giovani Streghe”

Susanne Fischer Rizzi – “Incensi e Profumi”

Dragon Rouge -“Vivere la Vecchia Religione”

Scott Devon – “Il cerchio di fuoco. Leggende, folklore e magia dei celti”

Starhawk – “La danza a Spirale”

Riccardo Taraglio – “Il Vischio e la Quercia”

Guido da Todi – “La Grande Sintesi della Tradizione Esoterica”

Laura Tuan – “La proiezione fuori dal corpo”

Laura Vatta – “Fronde dell’Antico Noce”

Cristopher Wallace – “Magia Wicca”

Kris Waldherr – “La Dea interiore. Celebrare la femminilità”

Zanetti Berni, Maria Teresa – “Adiantum, la Strega Contadina. Riti e tradizioni nella magia popolare”

Letteratura (fantasy – inquisizione – biografie) (In ordine alfabetico per cognome autore)

– Coelho Paulo – “Brida”

Coelho Paulo – “La Strega di Portobello”

– Coelho Paulo – “Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto”

Coelho Paulo – “Veronica decide di morire”

– Coelho Paulo – “Il Vincitore è Solo”

– Curott Phyllis – “Il Sentiero della Dea”

Cornwell Bernard – “Excalibur”

Gibran Kahlil – “Il Profeta”

Gibran Kahlil – “Le tempeste”

– Hill Frances – “Le streghe bambine di Salem”

Howe Katherine – “Le Figlie del Libro Perduto”

– Kalogridis Jeanne – “Il Labirinto delle Streghe”

Muraro Luisa – “La Signora del Gioco, la caccia alle streghe interpretata dalle sue vittime”

Osborne McKnight, Juilene – “Il cavaliere irlandese”

– Rapisardi Agata – “Ho incontrato una Strega”

– Rees Celia – “Il Viaggio della Strega Bambina” –

Rees Celia – “Io sono una Strega”

Rio Michel – “Merlino”

Rio Michel – “Morgana”

Rutherfurd Edward – “I principi d’Irlanda”

– Vassalli Antonio – “La Chimera”

White Jack – “Io Lancillotto – Il Cavaliere di Artù”

White Jack – “Io Lancillotto – Il Sogno di Ginevra”

White Jack – “Io Lancillotto – Il Marchio di Merlino”

– Zimmer Bradley, Marion – “Le Luci di Atlantide”

Zimmer Bradley, Marion – “L’alba di Avalon”

Zimmer Bradley, Marion – “Le Quercie di Albion”

Zimmer Bradley, Marion – “La Signora di Avalon”

Zimmer Bradley, Marion – “La Sacerdotessa di Avalon”

Zimmer Bradley, Marion – “Le Nebbie di Avalon”

Zimmer Bradley, Marion – “La Dea della Guerra”

 Vieni a trovarmi su Anobii

*Aggiornato il 11/05/10*

*Aggiornato il 12/07/10*

*Aggiornato il 21/11/10*

Feb 3, 2010 - Aylwyn    No Comments

E questa è..magia!

Oggi ne ho scoperta una bellissima che quest’anno devo provare!!! Il meteo fai da te di “S.Pietro barcarol”!!! mentre me la raccontavano sono entrata in una sorta di trance meditativa dove davanti ai miei occhi remavano pulcini impiastricciati dall’albume e i messaggi nelle bottiglie lanciavano ancore per salvare i tuorli non sbattuti…..tutto un gran frullare e nessuno che si preccupasse di salare l’acqua…

E dunque, vi svelo questa importante lezione dei misteri….!

Strumenti necessari:


1. bottiglia di vetro da 1litro
2. tappo di sughero per chiudere la bottiglia (eh troooppo facile con quelli a filetto..)
3. un uovo
4. mezzo litro d’acqua
5. un prato
6. fantasia……
7. corrispondenze astrologiche da seguire: da svolgersi necessariamente il 29 giugno, giorno di Spietro barcarolo!!!

Procedimento:

Riempire la bottiglia con il mezzo litro d’acqua. Aprire l’uovo e far scendere tutto (uovo + albume ma non …ehm… il guscio…) all’interno della bottiglia.
Chiudere bene bene e, la sera, coricare la bottiglia in giardino.
La mattina dopo controllate la bottiglia. Se il tuorlo ha preso la forma di barchetta (per intenderci, tipo tavola da surf vista dall’alto) e l’albume, diventato opaco, si è aggrappato al soffitto facendo delle simil-vele, allora l’estate sarà ottima ed i raccolti abbondanti!!
Ergo: siete obbligati a seminare altrimenti ha zero senso invocare la barchetta del barcaiolo. Mi pare più che ovvio.
Si ringrazia la nonna per il sostegno concesso e la profonda saggezza campagnola.

E’ il momento di pensare a cosa piantare in giardino..perchè i semi di Imbolc li ho tostati e mangiati ieri …

… se seminassi Sushi??? eh… magari potrei smettere di aspettare che si scongeli…

DSCN0919.JPG

 

Gen 31, 2010 - Wicca    1 Comment

Brigit

Brigid – Brigit – Bridgit – Brighit – Brigh

Sono Colei
che è la madre
naturale di tutte le cose,
maestra e governatrice
di tutti gli elementi,
la progenie iniziale dei mondi,
il capo dei poteri divini,
Regina dei tutti coloro che sono nell’aldilà,
la più importante di coloro
che abitano sopra,
manifestazione da sola
e sotto una sola forma
di tutti gli Dei e di tutte le Dee.

Lucius Apuleius

La Dea Brigit è sicuramente una delle divinità femminili più importanti del pantheon celtico, integrata successivamente nella tradizione cristiano-irlandese.

Dea del fuoco (dalla radice “berg”) inteso sia come elemento che come passione, ispirazione, spiritualità. Diviene dunque anche Dea del focolare, della famiglia e delle attività domestiche così come della poesia, del canto e della musica. E’ inoltre Dea della luna, quindi della nascita e della fertilità, ma anche del sole e quindi della guerra (coraggio, forza), dell’artigianato, della filatura e tessitura così’ come della medicina.

Le sue tre funzioni principali sono dunque:

1) il fuoco dell’ispirazione (poesia),
2) il fuoco della famiglia, (guarigione, la fertilità, ostetricia)
3) il fuoco della forgia, (artigianato, fabbri, arti marziali).

Secondo la mitologia celtica, Brigit, sorella di Ogma (dio del sole e creatore dell’Ogham) deve la sua nascita al Dio solare Dagda (considerato Il Grande Padre, Dio dell’Eternità, della Conoscenza e della Sapienza), un legame parentale che le conferisce l’appellativo di Grande Madre, pareggiando in importanza la stessa Dea Dana/Danu, madre dei Tuatha Dé Danann, gli Dei irlandesi.

Secondo i racconti celtici, Brigit si unì con Tuireann generando 3 figli Brian (Ruadan), Iuchar e Iucharba (Uar), “i Tre Dei di Dana”, assumendo la valenza di Dea Triplice, Madre, Sposa e Sorella di tutti gli Dei e degli uomini. Alle vicende della vita di Ruadan sono legate molte connotazioni della Dea: alla sua partecipazione alla battaglia di Moytura dobbiamo l’aspetto di Brigit come Dea della Pace e dell’Unità; alla sua morte invece, avvenuta per mano di Goibniu, viene associata la nascita del lamento funebre irlandese intonato per la prima volta da una Brigit in veste di madre addolorata, per la perdita del figlio.

L’aspetto triplice della Dea lo si ritrova negli appellativi con cui venne chiamata: Brigit bé legis, (Dea dei guaritori) Brigit bé goibnechta (Dea dei fabbri e patrona di Goibniu, Credne, Luchta, “I tre Dei delle Arti” ) Brigit dé filid (Dea della fertilità e della poesia), a rappresentare le 3 principali funzioni sociali indoeuropee: sacerdotale (dea della guarigione e della poesia), produttiva (dea delle tecniche e dei mestieri), guerriera (protettrice dei cavalieri e del re).

La grande importanza attribuitagli fa si che il suo nome venga nei secoli associato a diverse divinità, diffondendosi in tutta Europa (la corrispettiva italiana, fu la romana Minerva) ed assumendo pian piano aspetti e connotazioni differenti.

Tra questi ritroviamo ad esempio:

Brigandu e Bricta in Gallia, così come Belisama (quello che sembra essere il suo nome originale, con il significato di “Molto Brillante” e che richiamerebbe quindi il suo aspetto solare),

Brigantia in Britannia,

Bride in Scozia (termine che ricorda l‘inglese “bride”, sposa, di cui la Dea ne è protettrice)

Eriu, Banba e Fotla in Irlanda (i nomi con cui era chiamata l’Irlanda celtica) ma anche Boand (dea del fiume Boynn, conosciuta anche come Giumenta Bianca o Dea Bianca), Etain (Dea celtica dell’Altro Mondo, divenuta Viviana nelle leggende Arturiane), Eithe e Tailtiu (la Terra), Airmed (dea dei guaritori poiché figlia di Diancecht, Dio della medicina)

Brigit, in quanto divinità della famiglia e della medicina veniva invocata dalle donne in gravidanza per ottenere sostegno e forza durante il parto, per favorire la salute dei neonati, per sviluppare le abilità mediche e, poiché associata al “fuoco interiore”, ci si affidava al suo aiuto per tutte quelle attività legate alla poesia, allo sviluppo della spiritualità o delle conoscenze magiche, così come la divinazione.

Veniva chiamata Sposa dalla Chioma d’Oro e Sposa delle Bianche Colline il cui simbolo era un cigno bianco. A lei venivano dedicati i pozzi, le fonti, le sorgenti, le acque curative ed a lei sacri erano la coppa (fertilità, maternità), il filatoio (fato, destino, circolarità della vita), lo specchio (simbolo dell’Altro Mondo e dell’arte divinatoria)

Le principali feste a lei dedicate sono la Vigilia della Candelora (1 febbraio) ed Imbolc (2 febbraio), una delle feste del fuoco detta anche Festa della Luce. Le stesse tradizioni cristiane soppiantarono la festa dedicando il 1° febbraio a Santa Brigida, la cui storia si rivela una continua rimescolanza di elementi cristiani con le caratteristiche originarie della Dea celtica.