VerdanaVerdana
Browsing "Aylwyn"
Dic 25, 2009 - Aylwyn    3 Comments

L’importante è concentrarsi!

Sono almeno 3 anni che sulla lista dei buoni propositi per l’anno nuovo ricade irrimediabilmente il “completare almeno una volta nella vita uno dei 15 puzzle presenti nel mio armadio composti da qualcosina in più di 50 pezzi” ed ora eccoci qui, io e lui, dalle 2 di ieri notte, con sola pausa pranzo (ehm … chiamarlo pranzo è un pallido eufemismo.. direi 3 ore di ingozzata dalla nonna per onorare ste conosciute tradizioni …).

Perché le amiche si, dobbiamo dirlo, hanno uno strano senso dell’humor quando si parla di regali Natayulerizzi..(nome nato da compromesso pacificatore per evitare scontro di diverse culture)!!

1000 pezzi…sembra una coda di pavone.. Non c’è un pezzetto che non abbia almeno 35 colori uno sopra l’altro. Mi guardano e mi sputano negli occhi ogni volta che provo ad inventarmi una logica. Oh si ma ce la farò!!

puzzle.JPG

E nel frattempo eleggiamo “the family man” a film del natale 2009 perché a noi, Nicolas Cage impacciato e un po’ nervoso, “ce piace!”

Dic 21, 2009 - Aylwyn    1 Comment

Auguri

DSCN0861.JPG

Auguri a chi nella vita non ha mai visto sorgere il sole e a chi invece si sveglia con il sole tutte le mattine e puntualmente non perde occasione di maledirlo.

Auguri agli ipocriti, quelli che riscoprono la condivisione solo in prossimità del solstizio d’inverno, e auguri anche ai dannati, che hanno invece imparato a donare tutto l’anno accettando in cambio sempre e solo le solite mazzate.

Auguri a chi nella vita è rimasto senza speranze e auguri a chi, di speranze, non smette di inventarsene di nuove, per aggrapparsi con i denti al bisogno di rivalsa.

Auguri a chi, nella vita, ci crede fino in fondo; A chi non si accontenta di guardare restando in disparte ma si mette in gioco ogni giorno sfidando il rischio di sembrare ridicolo.

Auguri a chi ha sofferto, a chi chiude gli occhi e sente il vuoto aprirsi nello stomaco; e auguri a chi le lacrime le sa asciugare, con la semplicità e spontaneità di un sorriso.

Auguri a chi lavora, a chi non ne ha bisogno, a chi ama gli animali e a chi si sente uno di loro, auguri a chi si arrabbia e a chi non si sa sfogare, auguri a chi ha imparato a farli e a chi invece non ne è capace.

Felice Yule

Dic 17, 2009 - Aylwyn    No Comments

Cronache dalla tana del topo ..

DSCN0826.JPG

Stamattina ci siamo svegliati così …

 

   Ho aperto la porta e …… l’ho richiusa subito .. Ho strizzato gli occhi, ho cercato gli occhiali e quando ho realizzato che io gli occhiali non li porto sono corsa a lavarmi la faccia.

Niente da fare, al ritorno la neve era ancora lì O_o …

Non che non sia emozionante ma se fosse stato di sabato forse era meglio … zero tempo per fare il pupazzo di neve guardingo, ancora meno tempo per cercare gli scarponi … vabeh che forse è stato meglio così, un’impiegata in camicia e moonboot avrebbe fatto leggermente storcere il naso al Grande Capo (Augh!) ma … sacrificare la salute dei miei poveri piedini sa quasi di tragedia… Vabeh .. Quando mi sono convinta a riaprire la porta ed affrontare il bianco candore, il mio cagnone è spuntato con una bella montagna di neve sul naso … perché è giusto cosi! nessuno può impedirgli di fare le buche!

DSCN0825.JPG

E dopo avermi mostrato il suo nuovo capolavoro, aver cercato di uccidermi per guadagnare un posto al caldo in salotto, avermi piantato il nasone innevato sul cappotto lindo e asciutto, si è finalmente decisa a lasciarmi andar via. Ben 20 minuti per arrivare in azienda! Un record!

Da questa mattina con i piedi bagnati .. Mi ci vorranno 6 estati per riprendermi.. Una vita a cercare di armonizzarsi con le stagioni e poi nessuno che ti permetta di andare in letargo..

Ok ok, guardiamo il lato positivo: ho finalmente avuto l’occasione di sfruttare l’ombrello nuovo ….

 

Dic 13, 2009 - Aylwyn    No Comments

Letterina a Santa Lucia

DSCN0816.JPGSpettabile … Egregia … Carissima (!!!) Santa Lucia,

Freddino stasera eh? Ho preparato latte caldo per lei e una coperta per il suo pacato e vecchio asinello.. Sa com’è, la prudenza non è mai troppa in questi giorni, gira ancora un certo signor H1N1 che non vorrei mai vi contagiasse. Vallo a spiegare poi ai bambini di dover aspettare fino a Natale per trovare regali e dolci sotto l’albero.

Ho fatto la brava quest’anno! vorrei provare a giuraglielo ma sa, va contro la mia religione.

Ho adottato un orso e 15 gatti solo negli ultimi 4 mesi. Ho adottato anche la veterinaria se può interessarle; ormai fa totale affidamento sul mio portafoglio. Credo sia lei a mandarmi i randagi … Se può cortesemente scordare il suo indirizzo per quest’anno .. Infondo di regali ora può comprarsene abbastanza ..

Ho anche tagliato i capelli, le doppie punte ovviamente. Volevo metterlo su curriculum ma i sindacati sconsigliano .. Non sembra accrescere la credibilità .. Eppure io lo ritenevo uno sforzo non da poco.. Spero lei possa apprezzare il gesto.

Ho inoltre evitato gli insulti! Per lo meno negli ultimi 6 giorni. Sono riuscita a stare seduta in ufficio mordendo matite, gomme e penne, senza lanciarle contro nessuno.

 Dunque, dall’ultima volta che è passata avrei in effetti un po’ di richieste da farle, sa, si sono accumulate negli ultimi anni in cui ha dimenticato di farci visita.

Innanzitutto, non so se ricorda, ma starei ancora aspettando il vestito di Sailor Venus. Ho provato a trasformarmi con una normale gonna a pieghe ma sembra non sortire gli stessi effetti.

In secondo luogo, immagino lei ricordi quanto io adori come il mondo diventi luccicoso durante le feste, come riesca ad essere facilmente ipnotizzata dalle luminarie sparpagliate per i giardini e le città.. È per questo che le chiedo, almeno quest’anno, la cortesia di lanciare, finalmente, un generale black-out-esplodi-lampadine. Le assicuro che il mio albero starebbe bene anche senza. Anche il pianeta starebbe bene senza. E sono sicura che se ci fossero meno lampeggiamenti epilettici per le strade non solo eviteremo gli incidenti per “distrazione” ma inciteremo le masse ad alzare un po’ di più il naso verso il cielo, dove di “luccichini” ce ne sono già a milioni.

Terzo e ultimo (lascio il resto per Babbo Natale, circola voce sia a rischio cassa integrazione, sa … la crisi …) tanto per riagganciarmi alla questione “rifugio anime disgraziate”, se nel suo girovagare trovasse la coda del mio gatto… deve averla persa su qualche rotaia … Sarebbe stupendo fargliela ritrovare sotto l’albero..

Sicura della sua pronta collaborazione colgo l’occasione per augurarle serene festività.

Saluti

 

Dic 9, 2009 - Aylwyn    No Comments

Nevica!

Dopo una full immersion nel timo prendo fiato e distribuisco un po’ di deliri in giro per il blog, che ha l’ottima qualità di sopportare anche le fesserie di ”proporzioni bibliche”, come dice un comico che adoro.

Ho sparpagliato casa di farina! Ebbene si! Ma non cercavo di simulare la neve, giuro!

La cosa che suona ancora più strana è che, udite udite, non cercavo nemmeno di fare i biscotti!

Lo scopo era: creare gli addobbi per l’albero! Risultato: tavolo, pavimento, sedie, vestiti e … gatto … imbiancati per feste. I decorini prodotti in ben 4 ore sono addirittura 10! Di cui 2 sicuramente usciti dalla disperazione finale di essere riuscita appena ad addobbare un decimo dell’albero, alto purtroppo quasi 1 metro e 80! In pratica: due piccole Aylwyn una sopra l‘altra! .. Due me con soli 10 addobbi … una tristezza.

Ma una volta asciutte e verniciate saranno uno splendore, me lo sento!

Memole, Willy e Wolly stazionano già sotto i rami dell’ignaro abete, pronti a dichiarare guerra alla prima cosa che dondoli sopra i loro occhietti attenti e spalancati.. Mettono un po’ di angoscia a guardarli … O_oDSCN0726 - Copia.JPG

Intanto offro foto del primo pastrocchio. In arrivo invece, fra qualche giorno, foto degli stessi, colorati, verniciati e sicuramente sparpagliati sul pavimento in mille pezzi.. Difficile la convivenza con i felini..

Dic 7, 2009 - Aylwyn    No Comments

Pieghe d’organza

Ho passato la sera guardando una strega ballare.. Il suo ondeggiare va perdendosi nello spazio circostante …

Ho ascoltato le onde infrangersi contro gli scogli, ho raccolto i sospiri giunti da lontano.. Stappati dalla gola che li ha plasmati..

Imprigionati in una bottiglia fluttuavano tra le maree, incostanti, violente, come unghie nella carne..

In fondo non si è sentito un gran frastuono.. Nei sussurri non trovi discorsi complicati.. Puoi scorgere lamenti, maledizioni strozzate, singhiozzi o segreti di cui l’anima si vuol liberare.. Ma sebbene il suo grido si posi sul tuo petto, resta il dubbio dell’ascolto e non sai più se ciò che hai colto è il suo respiro o il suo sussulto..

Dic 6, 2009 - Aylwyn    1 Comment

Aylwyn

 

La mia storia è ufficialmente iniziata nel 2002, un pomeriggio di sole e fievole venticello.. Era un anno particolare, un anno di svolte e delusioni.. È stato l’anno in cui la vita ha deciso di schiacciarmi al suolo ed insegnarmi nuovamente a volare.. 7 anni, preceduti da 6 mesi di studi, da quando sollevavo per la prima volta le mani sul calice della Dea, da quando tremante e impaziente, consacravo la mia anima al cammino degli immortali..

Ricordo ancora i pochi arnesi, il sale sparso nella scatola di cartone, la fiamma traballante sotto il soffio del vento primaverile, le mie gambe deboli e la voce vacillante.. Ricordo il senso di vuoto allo stomaco e l’improvviso accrescere di una lucidità interiore così forte da lasciarmi smarrita e disorientata.. Ricordo l’impazienza e la meraviglia nel tracciare il primo Cerchio, il calore e la pienezza del primo vero abbraccio degli Dei; attorno a me solo il profumo dell’erba appena nata, il canto degli uccellini ed il fievole ronzio della campagna …

Ricordo ogni sensazione come fosse appena provata ed ogni immagine evocata rinnova lo splendore di quell’atto così sacro ed atteso, quando, avvolta dalla più innocente sensibilità, rivelavo al mondo e a me stessa la mia appartenenza alla Terra e ai suoi Misteri..

Questo piccolo spazio online non vuole essere altro che una modesta e calda capanna che apro a chi, viandante come me, desidera arrestarsi un attimo, sorseggiare una tazza di thè e condividere una storia..

 

                                                                                                                               

Pagine:«1234