VerdanaVerdana
Browsing "Attualità"
Mar 9, 2016 - Attualità, Grimorio, Wicca    No Comments

Il Laboratorio Verde

Laboratorio libro

Ci avviciniamo a passi svelti verso la primavera.

I prati riacquistano pian piano un colore brillante, i germogli fanno capolino dalla terra umida, i primi sfacciati fiori dipingono di colore e luce i giardini spogli dall’inverno.

Proprio come il contadino pronto a seminare per il prossimo anno, anche le streghe aprono l’armadio, controllano le provviste e programmano la nuova raccolta.
Artiglio di Drago, Code di Lucertola, Bocca di Vipera… è tempo di ritrovare sul grimorio gli antichi nomi magici e rinfoltire i vasi delle erbe.

Il Forum di Vivere Wicca quest’anno vi propone dunque di accogliere la nuova stagione con un piccolo laboratorio verde, dedicato alla riscoperta delle proprietà e dell’utilizzo mondano e magico delle erbe, delle piante e delle spezie con la speranza, alla fine, di lasciarvi un pizzico in più di dimestichezza e di conoscenze.

QUANDO SI SVOLGE:

Il Laboratorio inizierà verso il 15 Marzo 2016 e si protrarrà fino all’estate – chiusura più tardiva al 20 Giugno 2016. La Natura non ha fretta. Nemmeno noi.

 

COME PARTECIPARE:

Per partecipare sarà necessaria l’adesione formale da indicare nel modulo di partecipazione che trovate in fondo al link di presentazione dell’attività.

All’interno del modulo vi verrà inoltre richiesto di indicare una preferenza di erba da trattare.

Per Ulteriori Informazioni, Visitate il Link: Laboratorio Verde – di Vivere Wicca

Vi aspettiamo!

Mar 12, 2011 - Attualità    No Comments

26 Marzo – L’Ora della Terra

Sabato 26 Marzo 2011, dalle 20.30 alle 21.30

“Il più grande evento globale del WWF: ogni anno più di un miliardo di persone in oltre 120 paesi del mondo spengono simbolicamente la luce per un’ora.”

“Il 26 marzo 2011 alle ore 20.30 si ripeterà, per il quinto anno, il più grande evento mai realizzato a livello mondiale sui temi della sostenibilità ambientale e del cambiamento climatico: Earth Hour (Ora della Terra), 60 minuti di buio che coinvolgeranno cittadini, istituzioni ed imprese.

Nel 2010 più di un miliardo di persone in 124 Paesi del mondo hanno spento simbolicamente la luce per un’ora, per testimoniare il loro impegno nella lotta al cambiamento climatico. In Italia hanno partecipato 140 Comuni, 200 aziende e decine tra Associazioni, Enti Locali e scuole.

L’obiettivo di Earth Hour 2011 è coinvolgere Istituzioni, Cittadini e Aziende ad andare “Oltre l’ora” impegnandosi non solo a spegnere le luci durante l’ Earth Hour ma anche, manifestando attraverso diverse azioni o attraverso degli eco-consigli, l’impegno nei confronti del pianeta.
Il cittadino che rinuncia all’ auto un giorno a settimana, una scuola che installa pannelli solari sul tetto, un comune che costruisce piste ciclabili, ed ogni piccola azione contribuisce a proteggere l’unico pianeta che abbiamo.  O
gni piccolo gesto fa la differenza.

 

Aderisci anche tu.

spilletta.jpg
Feb 10, 2010 - Attualità    No Comments

Mi Illumino di Meno

millumino-2010.jpg
“Venerdì 12 febbraio 2010 si celebra – in veste completamente rinnovata – la sesta edizione di “M’illumino di meno”: la Giornata del Risparmio Energetico lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2. Dopo il successo delle scorse edizioni, con l’adesione di migliaia di ascoltatori e di intere città sia in Italia che all’estero, quest’anno l’invito a rispettare un simbolico “silenzio energetico” si trasforma in un invito a partecipare a una festa dell’energia pulita.” (http://milluminodimeno.blog.rai.it)
___
Da un paio d’anni anche l’azienda in cui lavoro aderisce a quest’iniziativa.
La propongo anche a voi, nell’intimità delle vostre case.
Staccate le spine dei caricabatterie inutilizzati dalle prese della corrente, spegnete la tv e dedicatevi ad una bella lettura, cenate a lume di candela con i vostri famigliari o compagni, scaldate la colazione sul fornello piuttosto che nel microonde. Sono piccoli accorgimenti, piccoli gesti, ma se compiuti da ognuno di noi possono fare la differenza.
Gen 29, 2010 - Attualità    No Comments

Alziamo la Voce!

Giornali e telegiornali hanno iniziato a parlarne oggi tantè che speravo davvero in belle notizie ma .. ennesimo scempio .. e a noi non resta che continuare a sbattere i piedi, con più forza, perchè qualcuno prima o poi sia costretto ad ascoltare tutti i nostri NO!

Vi lascio il link per il blog “Cacciatori Brava Gente” dove potete lasciare commenti, sostenere la causa e leggere i voti dei nostri Senatori

 _________________________________________

Da: http://cacciastop.wordpress.com/2010/01/27/caccia-appello-a-berlusconi-ferma-la-strage/

Appello di 100 associazioni da tutta Italia al Presidente del Consiglio. ADERISCI ANCHE TU:  FACENDOLO GIRARE E…SCRIVENDO COSA NE PENSI!

“Cancellare l’articolo 38 dalla Legge Comunitaria. E’ un inganno all’Europa e ai cittadini italiani e il via libera ad nuovo assalto agli animali”.

“Ci rivolgiamo a lei, Signor Presidente, perché intervenga immediatamente e impedisca l’approvazione dell’articolo 38 della Legge Comunitaria, oggi in aula al Senato. Un articolo ingannevole, che traveste da risposta alle richieste europee un’inaccettabile concessione a caccia selvaggia”.

E’ l’appello urgentissimo che oltre 100 associazioni ambientaliste, animaliste, civiche, culturali, sociali, di cittadini, consumatori fotografi, escursionisti eccetera rivolgono stamattina al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a poche ore dal voto in aula del senato della Legge Comunitaria.
Una valanga di adesioni che non si ferma.

“L’articolo 38, tra le altre cose, prevede la cancellazione degli attuali limiti massimi della stagione venatoria e dunque permetterà, se approvato, l’estensione della caccia anche oltre i già lunghi 5 mesi attuali, con l’ennesima strage di animali selvatici, di uccelli migratori, di cuccioli ancora alle dipendenze dei genitori, ma anche la presa in giro dei cittadini italiani che dovranno tollerare la presenza e i fucili dei cacciatori nei propri terreni per un periodo ancor più lungo di quanto non lo sia già oggi.

Il paradosso, Signor Presidente, è che tutto ciò avviene in risposta ad una durissima procedura di infrazione europea che contesta all’Italia di concedere troppe deroghe e di non prevedere il divieto assoluto di caccia nei periodi di dipendenza e migrazione degli uccelli. In sostanza, ci contesta di cacciare troppo e male. Bene: qual è invece la risposta che darà oggi il Governo? Quella di aumentare la caccia. Quella di concedere più deroghe e una più lunga stagione venatoria.

E tutto questo si consumerà nel 2010, in apertura dell’anno internazionale della natura e della biodiversità, con il primo provvedimento del Governo e dello Stato italiano che sarà una riduzione delle tutele per la biodiversità e il via libera ad un nuovo assalto alla natura.

Le chiediamo dunque, Signor Presidente, di intervenire in prima persona sul suo Governo e in particolare sul Ministro Ronchi, chiedendo la cancellazione dell’articolo 38, ed evitando questo vero e proprio inganno per quel 90% di italiani che sono fortemente contrari ad ogni ulteriore concessione alla caccia e anzi chiedono più tutele e più rispetto per gli animali, la natura, la tranquillità dei cittadini”.

Gen 28, 2010 - Attualità    No Comments

Io dico NO!

Da: http://cacciastop.wordpress.com/

“Vergogna: la caccia no limits passa al Senatogheppio-small.jpg

“Solo qualche giorno fa le Nazioni Unite hanno inaugurato l’anno internazionale della biodiversità e i prossimi mesi dovrebbero anche in Italia essere dedicati alla salvaguardia della natura, bene preziosissimo che perdiamo a un ritmo impressionante. – dichiara Gaetano Benedetto condirettore del WWF Italia – Il voto di oggi al Senato è tutto nel segno opposto. Alza la palla per le elezioni regionali poiché consente credibilmente di fare promesse di estensione dei calendari venatori. Questo ovviamente senza tener conto della probabile risposta dell’Ue che, come già avvenuto in passato più volte, potrà aprire procedure di infrazione nei confronti del nostro Paese. Paese  cui, come più volte abbiamo dimostrato, della caccia non importa granchè”.

Eppure la maggioranza degli italiani è contraria alla caccia. Un sondaggio commissionato a IPSOS dal WWF e altre associazioni a febbraio 2009 parlava chiaro: il 69% degli interpellati è “fortemente contrario” alla caccia, il 10% “favorevole”, “neutrale” il 21%. Del resto nel Paese i cacciatori rappresentano uno sparuto gruppo e il loro numero si è più che dimezzato dagli anni ’70 passando da 1.800.000 a meno di 800.000. Sparuto ma ormai dotato di armi hi-tech come fucili semiautomatici, puntatori laser, ricetrasmittenti, mimetiche e in qualche caso, come denunciato dalle guardie venatorie del WWF, anche kalashnikov.

E’ sufficiente un giro in rete per capire quanto ampio e ormai totalmente bipartisan sia il fronte del no alle doppiette: petizioni, blog, raccolte firme, moltiplicazione di appelli sui social network. Continuate a scriverci, la battaglia continua e il WWF non si ferma qui.”

_________

Non stare semplicemente a guardare mentre distruggono senza pensarci la terra fresca su cui camminiamo..