VerdanaVerdana
Set 23, 2011 - Feste    2 Comments

Aria d’autunno

 

Autunno, Mabon, zucca, zuppa, castagne, spezie

Arriva l’autunno e, mentre il sole s’attarda a levarsi, l’aria si fa più pesante e solenne.

La sera che già attende all’uscita dall’ufficio, il pigiamino tiepido, la frutta fresca che pian piano lascia spazio ad aromi più intensi e speziati.

Con le prime foglioline rosse che lentamente s’adagiano nel giardino anche il corpo attimo dopo attimo s’assopisce.

Girovaga per la campagna, alla ricerca di frutti e doni, mi sono lentamente lasciata trascinare verso il sogno che s’avvicina.

Noci, nocciole, castagne matte o assennate, ghiande, pigne e pinoli, patate, zucche e carotine, dai colori caldi e terreni.

Un cestino profumato di terra umida e fresca che ora corona la cucina.

Ho pensato a qualche ricettina profumosa per accogliere questo settembre ancora un po’ incerto e altalenante. Sebbene sempre restia al freddo, inizio a sentire il bisogno del quieto silenzio, delle pungenti nebbioline del mattino e delle prime copertine di pile sulle gambe sorseggiando il thè.

*_*_*_*_*_*_*

ZUPPA d’Autunno con CASTAGNE E ZENZERO per 4 persone

E’ una ricettina che mi accompagna nelle giornate di riflessione. Resta accovacciata in cucina tutto il giorno, inebriando l’aria ed i pensieri.

  • 400g di castagne secche

  • 2 cipolle bianche oppure 2 / 3 porri

  • 1 spicchio d’aglio

  • circa 3cm di radice di zenzero

  • 1 chiodo di garofano (facoltativo)

  • olio extravergine d’oliva – 4 cucchiai

  • 1/2 bicchiere di latte intero

  • sale e pepe q. b.

  • circa 1/2 litro d’acqua o brodo vegetale

Preparare le castagne mettendole in ammollo la mattina, in acqua tiepida, per circa 10 ore, in modo che siano pronte la sera, qualche ora prima di cena e quindi in tempo per permettervi di preparare la zuppa.

Rosolare in 4 cucchiai d’olio e.v.o. le cipolle (o i porri) tritate finemente. Quando iniziano ad imbrunire aggiungere lo spicchio d’aglio (sempre ben tritato) e lo zenzero a piccoli cubetti.

In ultimo le castagne sgocciolate e mollicciose.

Coprire con il mezzo bicchiere di latte e l’acqua (o brodo) e far cuocere per un paio d’ore.

Se la zuppa raddensa troppo stemperarla aggiungendo un altro po’ di latte.

Una decina di minuti prima di aver ultimato la cottura, passate il tutto con il frullatore ad immersione, poi salate e pepate. Potete lasciar cadere un chiodino di garofano nella pentola per rimuoverlo al momento di servire.

*_*_*_*_*_*_*

ZUPPA SPEZIATA per 4 persone

  • 1 patata

  • 50g di formaggio grana grattuggiato (o pecorino)

  • 10 fette di pane bianco (tipo pane per toast)

  • 1 chiodo di garofano

  • un pizzico di cannella

  • un pizzico di zenzero

  • un pizzico di noce moscata

  • un rametto di timo fresco

  • 4 o 5 foglioline di salvia

  • olio extravergine d’oliva

  • sale e pepe q.b.

  • 1 litro d’acqua

  • panna da cucina (2 cucchiai)

Unire al litro d’acqua nella casseruola (meglio se di terracotta) le spezie raccolte (chiodo di garofano, cannella, zenzero, noce moscata, timo e salvia), la patata tagliata a piccoli dadini ed un paio di cucchiai d’olio e.v.o.

Portare ad ebollizione, poi salare e pepare.

Nel frattempo tostare su una placca da forno (o nel fornotto) le fette di pane fino a dorarle bene.

Dopo mezz’ora di cottura aggiungere le fette di pane ed il formaggio alla zuppa. Attendere qualche minuto e frullare tutto con un passaverdure.

Mantecare la crema con i due cucchiai di panna e servire con crostini naturali o all’olio d’oliva.

Aria d’autunnoultima modifica: 2011-09-23T19:48:00+00:00da aylwyn-opalmyst
Reposta per primo quest’articolo

2 Commenti

Lascia un commento